Share

Share

Quando i social network diventano terapeutici

Share: con questa parola  non mi riferisco al numero di telespettatori che hanno assistito ad un determinato programma ieri sera, bensi’ al verbo “condividere”; che finalmente vedo molto piu’ presente nelle nostre giornate grazie ai vari social che ci permettono di sintonizzarci con chiunque noi vogliamo.

Si condivide attraverso i vari social network un po’ del proprio sapere e del proprio essere in maniera indiscriminata a tutte le persone in rete per rendere questo periodo di immobilita’ forzata un po’ piu’ piacevole: vari professionisti come fotografi, travel blogger, insegnanti, psicologi, influencer si sono messi all’opera donando online corsi, dirette, strategie, ricette o semplicemente consigli.

Da questo punto di vista questo scenario è piu’ che speranzoso, in cui la condivisione è stata messa al primo posto, perché seppur in un momento critico, in cui di colpo ci è stata negata la liberta’, stiamo facendo uscire la nostra parte migliore, donando a chiunque un pezzo di noi stessi.

Vi immaginate una quarantena senza social network? COMPLETAMENTE isolati dal mondo intero!

E pensare che fino a qualche anno fa non davo tutta questa importanza ai social network, perché avevo l’impressione che creassero crepe nei rapporti umani; ad oggi devo ricredermi perché sono testimone del fatto che invece, i social network siano un collante tra noi ed il mondo circostante che siamo curiosi di conoscere.

Paradossalmente è stato proprio il mio essere piu’ presente sulle piattaforme online che ha dato vita a questo blog ora che ci penso, come scrivevo qualche articolo fa; successivamente ho conosciuto virtualmente tante persone e da qualche settimana faccio parte di una community chiamata “Travel blogger Italiane” , dove la condivisione e la collaborazione tra ragazze che gestiscono un blog di viaggi la fanno da padrona.

E’ uno spazio virtuale dove ho “incontrato” e mi confronto ogni giorno con ragazze che hanno la mia stessa passione, ovvero i viaggi :)è divertente ed allo stesso tempo entusiasmante leggere le avventure di colei che ci porta a spasso per i musei, nelle spiagge piu’ belle o ancora nei borghi piu’ particolari e caratteristici sparsi in giro per il mondo.

Oltre a conoscere tante tipe simpatiche e con infinite qualita’ e competenze con le quali confrontarmi, posso viaggiare stando ferma (l’unica opzione possibile in questo momento) il potere dei social è capace anche di questo J

Se da un lato è doveroso aggiungere che non bisogna abusarne troppo di queste “rete sociali” soprattutto se non si è abbastanza maturi da capirlo,ma non addentriamoci in questa discussione, da un altro dobbiamo riconoscergli infiniti meriti, soprattutto in questo periodo di lockdown, siano lodati i social network in tal sensoJ

Voi che rapporto avete con i social? Li amate, ne siete dipendenti, li evitate ma siete curiosi? Se vi va scrivete sotto il vostro punto di vista, cosi’ da confrontarci.

A presto Agata <3

Agata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *