Musei a pagamento a Londra

Musei a pagamento a Londra

Unitamente a tutti i musei free che ho perlustrato, che puoi trovare qui, ho fatto anche una scorta dei vari musei a pagamento che piu’ mi incuriosivano, e devo dire che non sono rimasta affatto delusa:)

In questo articolo infatti, vi illustro tutti quelli che ho visitato con una breve description, magari vi trovate nella cittadina londinese ed avete bisogno di qualche consiglio!

Elementare Watson!

Partiamo da Baker street, che ci propone il museo degli investigatori per eccellenza: Sherlock Holmes.

Statua di Sherlock Holmes che possiamo ammirare appena arrivati a Baker Street

L’abitazione si presenta come se i protagonisti dovessero tornare da un momento all’altro, esattamente come è rappresentata nella serie televisiva Sherlock Holmes.

Al primo piano vi è la stanza del protagonista e lo studio dove esso risolveva tutti gli intrigati misteri, salendo al 2 piano la stanza di Watson e della signora Hudson,.

Infine all’ ultimo piano potremmo ammirare delle statue di cera dei vari personaggi ed un’enorme corrispondenza dei fans di Sherlock Holmes:)

Il prezzo é adeguato a mio parere (15 pound) se siamo degli appassionati di gialli e di questo personaggio.

Una vicenda da sempre irrisolta

Un’ altra giornata estiva decisi di visitare il museo di Jack lo squartatore, per conoscere un po’ piu’ da vicino questo nevrotico personaggio che nel 1888 nel quartiere di Whitechapel commise ben 5 omicidi (ma forse anche molti di piu’).

Il museo è un’abitazione su 5 piani dall’ aspetto un po’ lugubre dove in ogni singolo piano si viene trasportati nella mente del protagonista e di questa irrisolta vicenda: con articoli di giornale, arredi, oggetti chirurgici (alcuni autentici) fotografie, libri.

Il costo d’ entrata è di 11 pounds e con l’aggiunta di 4 possiamo fare il Jack the ripper tour: dove una guida ci condurra’ verso i 5 punti dove sono state trovate le vittime.

Impersonificando i panni di Jack lo squartatore

Il primo meridiano

Passiamo adesso a qualcosa di piu’ soft: l’ Osservatorio Reale di Greenwich; la prima cosa che noteremo non appena arrivati sara’ lo Shepherd Gate Clock, il primo orologio elettronico capace di segnare tutte le 24 ore.

Spostandoci verso l’interno possiamo ammirare la linea di ferro che segna il confine dei 2 emisferi, orientale ed occidentale, dove sono incisi in marmo i nomi di varie citta’ del mondo con la loro posizione longitudinale rispetto al Meridiano.

dav

Arriviamo alla Flamsteed house, una dimora utilizzata da diversi scienziati per misurare la longitudine della Terra.

Probabilmente senza gli studi di questi scienziati oggi non ci sarebbe la navigazione marittima ed aerea, o magari non avremmo gli orologi sincronizzati su internet, per questo si dimostra una visita molto interessante!

Abbiamo la possibilita’ di vedere l’ala nord che tratta il tempo in tutte le sue sfaccettature o l’ala meridionale che è incentrata sull’astronomia, o entrambi, ma ovviamente il prezzo sara’ differente.

Io personalmente visitai la parte riguardante il tempo ed il costo del biglietto fu di 15 pounds, mentre il costo dell’ itinerario completo è di 19 pounds, con una riduzione per gli studenti.

E voi, siete mai stati in uno di questi musei?

Agata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *