Musei gratuiti a Londra

Musei gratuiti a Londra

Chi vive o ha visitato Londra lo sapra’ benissimo, in questa citta’ la parola noia non esiste: tra visite ai musei, escursioni nei parchi e movida notturna abbiamo l’imbarazzo della scelta.


Oggi parleremo di tutti i musei gratuiti che ho visitato durante la mia permanenza con qualche informazione utile che vi aiutera’ ad orientarvi.

Inizio dall’immensa National Gallery, all’ interno possiamo ammirare piu’ di 2300 opere, del calibro di Caravaggio, Paul Cezanne, Claude Monet, l’intramontabile Van Gogh, Leonardo Da Vinci, Michelangelo Buonarroti.

Se amate le “classiche” opere d’arte e volete fare un’immersione in essa ve la stra-consiglio; totalmente gratuita, anche se in certi periodi dell’anno alcune aree possono essere a pagamento;

Un altro museo, è la celebre British Library, ospita al suo interno piu’ di 150 milioni di opere che vengono continuamente ampliate di anno in anno.
Alcuni dei tesori che possiamo trovare all’interno: due copie della Magna Carta, una raccolta di appunti di Leonardo Da Vinci e Galileo Galilei.

Troviamo anche manoscritti dei testi dei Beatles. spartiti di Bach, Chopin, Debussy, Mozart; manoscritti letterari di Charles Dickens, Oscar Wilde, appunti del socialista Karl Marx.

Io non volevo piu’ uscire 🙂

Quest’opera si trova all’ingresso della British Library

Un altro museo degno di nota é il Natural History Museum; suddiviso in 4 zone principali:

  • la zona rossa che ci espone tutto cio’ che concerne la Terra
  • zona arancione dove possiamo ammirare ben 17 milioni di insetti e 3 milioni di piante
  • zona verde del museo dove troviamo uccelli, rettili, fossili marini, minerali e meteoriti
  • infine la zona blu ci condurra’ verso tutto cio’ che concerne la vita marina.

Trovo questo museo adattissimo ai piu’ piccoli per entrare a contatto con la Terra a 360°.

Un altro museo che non tutti conoscono, è l’Hard Rock Museum di cui trovate alcuni scatti nel mio profilo Instagram.

Situato all’interno dello shop Hard rock per potervi accedere, dovete fare specifica richiesta al personale.
Se siete degli amanti del Rock and Roll, una tappa è piu’ che suggerita, all’interno troviamo strumenti e capi d’abbigliamento usati durante i concerti di Jimmy Page, Lenny Kravitz, Jimi Hendrix, John Lennon, Freddie Mercury, Slash, Elton John, e chi ne ha, piu’ ne metta!

Passiamo al British Museum, diviso in numerosi dipartimenti, tra i quali Egitto e Sudan, greco-romano, preistoria, Africa e delle Americhe.
Mi ha molto colpito il dipartimento di conservazione e ricerca scientifica, situato proprio all’ingresso, un’area allestita con tutti gli utensili utilizzati in campo medico e scientifico dal passato fino ai giorni nostri.

Ho poi visitato molto velocemente il Tate Modern, dedicato all’ arte moderna internazionale ed il Museo di Londra, che documenta la storia del luogo dalla preistoria fino ai giorni nostri.

Con questo è tutto, nel prossimo articolo mi soffermero’ a parlare di tutti i musei a pagamento che ho visitato!

E voi, avete mai visitato uno di questi musei?

Agata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *