Tutto cio’ che non sapevi sul Puy du Fou

Tutto cio’ che non sapevi sul Puy du Fou

Vi ricordate che vi ho parlato del grande parco Puy du Fou situato nel distretto della Vandea (a meno di un’ora dall’ aereoporto di Nantes)?

Vi faccio un velocissimo refresh dicendovi che questo parco è nato circa 40 anni fa, per volere di un certo Philipe de Villiers.

Il Puy du Fou nasce inizialmente per documentare la storia del dipartimento della Vandea, tra cui una sanguinosa guerra avvenuta al tempo della Rivoluzione Francese causando ben 170.000 morti, successivamente si evolve in parco a tematiche storiche di cui vi ho fatto un dettagliato articolo qualche mese fa, che trovate qui.

Oggi mi soffermero’ a parlare di 10 curiosita’ che caratterizzano il Puy du Fou, e perché no, magari vi invogliero’ a visitarlo, anche perché credetemi, è una validissima alternativa al celebre Disneyland Paris, oltre ad essere molto piu’ economico; ma bando alle ciance, diamo il via a questa unica puntata di “Tutto quello che non sapevi sul Puy du Fou”!

  • Sapevate che i volatili presenti al Puy du Fou tra cui gufi, civette, avvoltoi si sono talmente “adattati” a questo parco a tal punto da iniziare a moltiplicarsi cosi’ tanto che mediamente si ha un nuovo volatile ogni 3 giorni?
  • Le pietanze che potrete mangiare nei vari ristoranti presenti in questo parco sono a km 0; molti degli ortaggi vengono infatti coltivati direttamente all’ interno del parco, con un’immensa varieta’.
  • Per non stressare pesantemente i cavalli che sono presenti in pressoche’ tutti gli spettacoli che possiamo ammirare, il Parco ospita circa 200 equidi.
  • Un’enorme voliera “sorvola” il parco Puy du Fou ed è utilizzata da tutt i volatili come punto di riferimento.

 Mi è capitato spessissime volte infatti, di vedere svolazzare aquile o civette mentre mi trovavo in macchina con Thomas, la cosa bella è che questi uccelli ritornano tranquillamente e spontaneamente all’interno della voliera.

  • Il ricavato della prima serata dello spettacolo chiamato “Cinéscenie 2019”, che ha aperto la stagione, è stato interamente devoluto a Notre Dame de Paris.
  • La maggior parte degli attori che recitano nella Cinéscenie sono dei volontari , ogni anno se ne contano circa 4000
  • Il Grand Parc Puy du Fou riceve dal 2012 i piu’ prestigiosi premi internazionali del mondo dei Parchi e dell’intrattenimento, ricevendo appunto nel 2012 e 2014 il premio come Parco piu’ bello del mondo!

Queste erano tutte le curiosita’ sul Grand Parc Puy du Fou, se ripenso a quando l’ho visitato  mi torna in mente la magia di questo posto perche’ verremo trasportati davvero ai tempi dei Vichinghi o dell’antica Roma ed inevitabilmente ci ritroveremo all’ interno di questa arena pronti a tifare con veemenza per il nostro popolo con urla e schiamazzi esternando il nostro patriottismo, o ancora ripenso al mio stupore nel vedere un’infinita di rapaci volare attorno a me, creando un’unica danza tra gli spettatori e questi incredibili “ballerini”.

Se hai qualche domanda, non esitare a commentare sotto, intanto ti ringrazio per il tempo che hai dedicato a me, e dunque al mio blog!

Agata

Agata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *