30 anni e una riflessione con me stessa

30 anni e una riflessione con me stessa

Tornano voluttuosi i folti pensieri di questa inguaribile ragazza affetta da overthinking convulsivo da sempre praticamente, patologia ulteriormente propagatasi, con l’avvicinarsi inesorabile dei miei 30 anni.

Anche se di solito con amo particolarmente confrontarmi con tutto cio’ che è catalogato con questi aggeggi numerici, che sia l’eta’, il peso, l’altezza, il voto a scuola, lo stipendio a fine mese (non per niente infatti, la matematica non è mai stata il mio forte).

Queste 2 cifre che fieramente sbucheranno dalla mia torta di compleanno il secondo giorno di febbraio, hanno fatto in modo di piantare un picchetto nella mia vita che decretasse l’ascolto pieno e soprattutto sincero di mè stessa.

Arrivare alla soglia dei 30 anni è un appuntamento inesorabile con ospite te stesso, la consapevolezza di abbandonare completamente (o quasi) le piu’disparate futilita’, per concetrarsi prepotentemente verso la propria persona, che in fin dei conti è il regalo piu’ bello che possiamo farci.

Un regalo che sara’ una panacea non solo per noi, ma anche per tutte le persone che ci stanno attorno, perché se siamo realizzati e dunque felici, cio’ che doneremo altro non sara’ che positivita’ ( ed ho fatto anche la rima) =)

Anche il mio modo di osservare l’ambiente, la mia alimentazione sono molto cambiati, proprio per questo la scelta di una vita sempre piu’ eco friendly, evitando tutto cio’ di cui alla fine non abbiamo realmente bisogno, tra cui l’uso piu’ che smoderato di plastica.

La scelta di un’alimentazione quasi completamente vegetariana è sopraggiunta in concomitanza dell’arrivo del nostro cucciolo di Epagneul Breton in casa, credo che il mio istinto materno verso tutto cio’ che ha un cuore che batte abbia preso il sopravvento.

Sono piu’ che felice di queste scelte, perché so che con le mie piccole azioni quotidiane sto facendo qualcosa di bello per questo Pianeta, che poi è l’unico che noi esseri umani abbiamo a disposizione; se non ci pensiamo noi trentenni chi dovrebbe pensarci?

Agata

2 pensieri su “30 anni e una riflessione con me stessa

    1. Trent’anni dettano il passaggio ad uno step successivo nella propria vita, il cambiamento è una conseguenza di esso=)Grazie mille Giovy per le tue parole!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *